venerdì 12 giugno 2015

Galaxy Dance Project Uganda resoconti e cambiamenti

Galaxy Dance Project Uganda Anniversary Dicembre 2015 Mbabazi Photography
 Eccoci qua, è passato un pò di tempo dagli ultimi aggiornamenti ma anche noi aspettevamo risposta dai ragazzi in uganda,  ma alla fine sono riandato per un mese durante questo inverso e adesso posso riportarvi le ultime news.

Bè che dire, intanto grazie a tutti quelli che hanno contribuito con i soldi e con il tempo l'organizzazione e gli spazzi, un grazie va soprattutto a tutti i ragazzi che ci hanno aiutato con l'ultima jam in prato, a maddy che ci ha riservato uno spazio per la vendita delle magliette al Pedro durante i vari live che si sono succeduti, i ragazzi di ferrara e Wadi. Grazie a tutti questi aiuti che ci avete dato, attraverso l'acquisto delle magliette e le offerte libere abbiamo raggiunto un paio di obbiettivi di quelli che ci eravamo prefissati:

Leneoleoum preso con gli aiuti
Uno dei primi obiettivi era di continuare a dare sostegno ai ragazzi, soprattutto quelli più poveri, che non riescono neanche a pagarsi la retta scolastica. Attraverso le nostre donazioni siamo riusciti a pagare la retta scolastica di più ragazzi dando così la possibilità di continuare il loro percorso di studi


Un altro degli obiettivi era finanziare i materiali per lo svolgimento delle attività del progetto stesso, che è costretto a pagare lo spazio di allenamento dove attualmente si ritrovano e che vi posso assicurare non è per niente buono, anzi è anche pericoloso per via della scivolosità dovuta alla sabbia, tra l'altro non è neanche coperto quindi se piove non ci si può andare. In aggiunta in questo posto non possono  neanche allenarsi quando vogliono per via degli orari strettamente limitati. Quindi la prima idea è stata quella aiutarli a comprare tramite il ricavato della vendita delle magliette, un lenoleum, in modo che potessero avere la possibilità di allenarsi dove e quando vollesserò e soprattutto gratis.

Pavimento appena gettato nel nuovo spazio del Galaxy Dance Dance Project Uganda

Nuovo spazio foto dall'alto
In più, anche se sembra assurdo, in Uganda certi materiali in proporzione sono molto più cari che qui e sono davvero fuori portata per la grande maggioranza di loro, fra questi  troviamo gli spray e il lenoleum. Quindi siamo super contenti di essere riusciti a compiere questo passo.
Nel frattempo il gruppo si è spostato in un altro luogo, e con altri fondi portati direttamente giù da me nell'ultimo viaggio, con parte dei soldi sono riusciti a fare un pavimento per ballare nel luogo nuovo, questo gli permettera di organizzare eventi e workshops e quindi ricavare del denaro per autofinanziarsi e mandare avanti il progetto autonomamente.


A casa di Esther con sua madre
Altra cosa di cui siamo molto felici è l'aiuto che abbiamo dato alla mamma di Esther , una delle ragazze fondatrici e più attive del progetto. Purtroppo la malattia è abbastanza grave ma cè un piccolo e continuo miglioramento, dovuto all'intervento al quale abbiamo contribuito attraverso il ricavato ottenuto dell'offerta libera dell' ultima jam in prato Santa Caterina, più o meno 150,00 euro, che era esattamente la quota che mancava per pagare l'operazione che poi è stata effettuta. Dopo il netto miglioramento dovuto all'operazione, Durante l'ultima visita ho trovato la Sig.ra in ottime condizioni quindi grazie a tutti.


Nuovi metodi di autofinanziamento Scooter Beat Box
Uno degli ultimi obiettivi che ci siamo posti, probabilmente anche l'obiettivo più grande e più difficile. 
Ovvero cercare di stimolare l'autofinanziamento e l'autosufficienza che comporta libertà di azione e  la libertà di essere, comporta la determinazione personale e culturale, ma soprattutto fa acquisire un futuro, un futuro costruito sulle proprie forze senza dover dipendere dagli altri, tutto questo attraverso l'unione delle forze e della comunità creando legami fra le persone.
 Dopo aver giustamente contribuito a diffondere il progetto, a sostenerlo finanziariamente siamo super felici di comunicarvi che il progetto ha iniziato ad organizzare jam di autofinanziamento, la prima di queste ha avuto un grande successo e sono riusciti a raccogliere 100 dollari, i quali sono serviti a pagare le rette scolastiche di numerosi ragazzi del GDPU. (tenete conto che 100 dollari in Uganda hanno un potere di acquisto molto alto quindi è un traguardo molto grosso.)
Mi viene da dire che forse dovremmo riflettere su questo, visto che è molto difficile attualmente qui nella nostra zona attraverso le sole jam raccogliere cifre simili per autofinanziare un progetto senza merchandising, il che vuole dire che ci deve essere cmq un ricevere nel dare e che il dare probabilmente senza merce non ci sarebbe.  Fortunatamente in Uganda il senso di appartenenza alla comunità e la condivisione fanno ancora ampliamente parte delle persone e della cultura, quando purtroppo qui in un mondo più capitalista e materialista l'egoismo e la voglia di divertirsi supera ancora la voglia di unirsi per aiutarsi e creare dei progetti solidi.

Galaxy Dance Project Uganda Anniverasrio 2015 i ragazzi con le magliette fatte da noi portate giù durante l'ultimo viaggio le magliette che sono servite per finanziare il progetto - foto Mbabazi Photography
Detto questo aggiungiamo anche che il progetto si è allargato e infatti si è espanso mettendo radici anche in Ruanda, dove l'Hiphop ha appena messo le radici. Non ci resta che continuare a supportare questi ragazzi al meglio e diffondere i loro progetti, visto che probabilmente anzi anche senza probabilmente, ci hanno dato e insegnato più loro che noi.

Rispetto al primo viaggio la scena è cresciuta un sacco, le crew e le organizzazioni anche con un aumento della consapevolezza incredibile e la cosa sta crescendo in modo esponenziale aspettatevene delle belle.
Restate connessi che forse ci saranno novità e possibilità di conoscere meglio il progetto anche qui.

Galaxy Dance Project Uganda Anniversary Dicembre 2015 Mbabazi Photography

comunque qui potete trovare i link con tutte le foto dei vari progetti a cui ho partecipato durante l'Ultima visita

Galaxy Dance Project Uganda

BreakDance Project Uganda - In Movement

Bavubuka Movement - Back To the Source

Mbale - Dream House Uganda

12th indigenous Hip Hop summit

Talanta Youth Movement


venerdì 8 maggio 2015

Prossime 2 date da non perdere 9 maggio e 16 maggio!


Eccoci qua le prossime 2 date da non perdere assolutamente Vi aspettiamo Peace

16  maggio 2015

Hip Hop appeciation jam (Ferrara)




 Jam che organizziamo ogni anno quest'anno ci siamo associati alla Universal Zulu Nation Italia e alla comunità Hip Hop di Ferrara per creare qualcosa di un pò più grosso Quindi Vi aspettiamo special guest Ahki Masta5, Ahki Pizzo e Ahki Smogone UZN Italia
Per festeggiare la seetimana dell'apprezzamento dell'Hip Hop.
Qui link Facebook: https://www.facebook.com/events/437607946407951/

questo è il tema di questa'anno

 

qui invece potete vedere la passata edizione come era stata:




09 maggio 2015
Otierre gente guasta (Vicenza)



Saremo presenti col nostro banchetto dove Vi faremo conoscere il nostro progetto come crew e il Galaxy Dance Project Uganda-

Info dell'evento link facebook:https://www.facebook.com/events/358567054349757/


Un pò di cose riguardanti il Galaxy Dance Project Uganda




Pace 2phe Crew





mercoledì 26 novembre 2014

Aspettando Sabato "Jam in tributo ai pionieri Vol.3" Come è andata?


In attesa di questo sabato 29 novembre per la quarta edizione 
 con un ospite di super eccezione from U.S.A. Zulu King Quic ( Mighty Zulu Kingz e Funklordz).
ùVi lasciamo con un commento della Jam dello scorso anno.

E' incredibile quanto una sana Jam ristora l'anima. Quando ti giri intorno con lo sguardo e vedi solamente sorrisi, senti soltanto risate, senti l'energia positiva che crea quell'atmosfera particolare che puoi trovare solo in pochissime occasioni, mi stoppo un attimo a riflettere per capire qualle sia la scintilla di tutto questo, e più ci rifletto e più la soluzione prende il nome Hiphop.

Hiphop scritto tutto attaccato come scritto sul Gospel di Krs One, il quale rappresenta lo spirito insito al suo interno, quell'energia, quella forza che l'ha creato che gli ha dato questo nome e che risiede in ogni persona che lo vive.


Ed è straordinario come alle Jam partendo dalla semplice pratica dei 4 elementi si riesca ad arrivare a provare e a capire quello che realmente intendevano Afrika Bambaabaataa e l'Universal Zulu Nation ormai quasi 40 anni fa con il motto Peace, Unity, Love and Having Fun.
L'essere in pace con gli uni con gli altri, la felicità, quel benessere interiore creato dall'unione, dall'amore e la passione per quello che stai facendo, quel divertimento che porta via tutti i pensieri che si accumulano nella nostra testa durante le lunghe giornate e settimane lavorative e ti fa stare bene.
Penso che sia questo che crea quell'energia particolare che si respira alle Jam,dove tutti fanno quel che fanno per il puro amore di farlo, e questa energia carica gli uni e gli altri a vicenda, si potrebbe dire che alle Jam "each one recharge each one " .
Questo è quello che è successo al terzo capitolo della Jam in tributo ai pionieri, quest'anno un pò posticipata per vari motivi, ma nonostante il freddo nulla è andato perso anzi ci siamo pure allargati, comprendendo tutte le discipline Con il Writing mattina e pomeriggio, il B.Boying e B.Girling con i Cyphers e le ormai consolidate Battles con in premio solo l'onore!  Il Djiing e l'MCing che l'hanno scorso non avevamo. In qualche modo siamo riusciti a farci stare quasi tutti nello ristretto tempo che avevamo, e quel quasi ci dispiace un sacco perchè purtroppo non abbiamo potuto dare spazio ad alcuni ragazzi e per questo ci scusiamo, sapendo che ci servirà da insegnamento per il prossimo anno.    Però ci teniamo anche a dire che è stata persa quasi un'ora fra la fine del constest e l'inizio dei live per una mancata collaborazione delle varie persone che dovevano partecipare ed essere puntuali, se avessimo iniziato fin dall'inizio ci sarebbe stato tempo per tutti senza problemi. Vorrei sottolineare che questo non è per fare polemica, ma per lanciare uno stimolo di riflessione, chi magari non se ne è reso conto.
Detto questo la Jam è stata una figata ha radunato praticamente tutta la scena bassanese e molte persone venute anche da fuori e per questo le ringraziamo col cuore. Per il resto facciamo parlare le foto. Pace 2phe Crew 

Articolo di: Smogone







sabato 1 novembre 2014

Workshop con Zulu King Quic - Mighty Zulu Kingz


Un pò di tempo fa abbiamo avuto ospite qui a Bassano Quic, membro dei Mighty Zulu Kings per un meraviglioso Workshop di B.Boying/ B.Girling. Per chi non conoscesse i Mighty Zulu Kings basti dire che è la crew di B.Boys B.girls che rappresenta l'Universal Zulu Nation, nata nel South Bronx nel 1973, una delle prime crew in assoluto di questo elemento. Quindi una grande opportunità, per imparare direttamente dalla fonte le foundations e lo spirito di questa danza.

Un workshop pazzesco durante il quale Quic ha raccontato come si è evoluta la musica attraverso al fusione di diversi generi musicali e culture, dove ha spiegato l'approccio alla musica, alla ritmica, all'importanza del linguaggio del corpo che diventa un alfabeto con il quale ci si può esprireme.
Super interessante è stata la dimostrazione del linguaggio del corpo all'interno del Cypher e delle Battles, oltre alla spiegazione e la visione di video che mostrano come questa disciplina derivi dal mambo, arrivando così ad insegnare le basi del Mambo Rock, finendo poi con la parte riguardante l'allenamento del fisico, estramamente necessario per avere un corpo all'altezza di questo elemento, finendo con la parte più interiore e riflessiva dove la danza, la filosofia, la crescita interiore e la spiritualità diventano una cosa sola all'interno del B.Boying.

Una delle cose più belle rimane vedere come le persone che hanno partecipato siano state contente e abbiano ringraziato di cuore per quello che hanno potutto imparare attraverso questo Workshop.
La nota negativa per quanto ci riguarda è che anche mantenendo il costo di iscrizione più basso possibile non siamo riusciti a rientrare delle spese, cosa che ci interessa poco, ma che scriviamo per farvi riflettere su alcune cose che magari possono essere viste solo con gli occhi degli organizzatori. Fortunatamente noi come crew ci autofinanziamo con i soldi che i membri mettono come cassa comune, quindi non ci sono stati problemi, ma se non fosse stato così sarebbe stato un problema e probabilmente non si sarebbe più organizzato un evento del genere. Un'altra cosa da dire è che sono stati più i partecipanti da fuori che le persone di Bassano, il che dispiace dopo i tanti discorsi e le parole versate sul fatto di portare un certo tipo di eventi vicino a noi.
Per il resto Peace e ai prossimi eventi state connessi.

Ringraziamo infinitamente Snap di UZN Italia e Last Alive Crew per l'opportunità regalataci e Quic per la persona stupenda che è, per tutta la conoscenza e passione che ha condiviso con noi.

Qui i video del workshop:






giovedì 11 settembre 2014

TERAPEUTICA ARTISTICA E B.BOYING PER I BAMBINI BIELORUSSI







TERAPEUTICA ARTISTICA E B.BOYING PER I BAMBINI BIELORUSSI A SOLAGNA (VI)
in collaborazione con Giulia Beccalli (k o r o m) e b.boy Manes (KHC)

Il 3 luglio 2014 è stata una giornata diversa per i bambini bielorussi ospiti presso le famiglie della Valbrenta.
In collaborazione con l'artista Giulia Beccalli, membro assieme a me del gruppo k o r o m (http://koromarte.wordpress.com), abbiamo pensato a delle piccole opere/dono, che ogni bambino potesse portare a casa con sé in Bielorussia. Li abbiamo chiamati "Acchiappasogni", poiché ciascuno ha attaccato alla sua piccola opera dei foglietti di carta su cui ha scritto sogni o desideri per il proprio futuro.
Nel pomeriggio è arrivato b.boy Manes della Know How Crew a farli scatenare un po' con dei passi di b.boying.
Super il coinvolgimento, soprattutto tra le bambine che ci hanno messo davvero poco a imparare i passi e a creare delle "coreografie" personali mescolandoli con altri movimenti da loro ideati. Forse fra qualche anno avremo valide b.girls che entreranno fiere nei cyphers? Me lo auguro!
Intanto non posso fare altro che constatare, come sempre, che l'Arte, la Musica e la Danza coinvolgono corpo, testa e cuore, e che creando e condividendo la Bellezza, si contribuisce a diffondere il Positivo.
Unity, Peace, Love &
Havin' Fun!
Questo è l'Hip Hop.
Stay Creative!

Keibi.

Ecco un pò di foto:






 

lunedì 28 luglio 2014

Hiphop Appreciation Jam, 25 maggio 2014: Unità, Strada e Spontaneità




In seguito alla Hip Hop Appreciation Jam, organizzata dalla 2phe in occasione dell'Hip Hop Appreciation Week, vorrei condividere alcune riflessioni.
L'obiettivo era, come sempre, quello di mostrare la vera scena Hip Hop, lontana dalle immagini dei media e dagli eventi convenzionali. Il tema di quest'anno è stato l'Unità: del vecchio con il nuovo, delle discipline fra di loro e delle HipHop heads con la comunità di cui fanno parte. La jam, dopo qualche piccolo rallentamento tecnico iniziale, si è svolta tranquillamente, e, come sempre, sono stati i b.boys a fare la differenza: infatti, quando i cartoni vengono posizionati e ben fissati sul cemento e si apre il cypher, è lì che inizia veramente il tutto e che il Cuore della jam comincia a pulsare davvero!
Poi, mentre il cerchio persisteva e i writers dipingevano insieme, gli mcs hanno aggiunto le loro voci dai microfoni, e la situa è andata avanti così ben oltre il crepuscolo.

L'Unità (quella reale)

Credo che la HH Culture dia il meglio di sè nelle sue manifestazioni spontanee, le quali purtroppo sono sempre più rare. Le nuove generazioni sono abituate ai contest scintillanti visti in televisione o su youtube, o alle lezioni in palestra: tutto strutturato, tutto regolamentato dall'idea del premio o comunque del risultato finale. Certo, l'hip hop è anche questo, ma secondo me si esprime al meglio nella gratuità e nella spontaneità dei block party e delle jam vecchio stile, con writers, b.boys, b.girls, djs ed mcs tutti insieme a creare un'unico "quadro", ciascuno con la sua unica e particolare pennellata.
Ogni evento hip hop dovrebbe essere un invito a creare Unità pur essendo tutti diversi, un'occasione di superare le barriere, di non aver paura di condividere la propria arte con gli altri.

Riprendersi la strada
Per questo motivo credo sia giusto, dopo tutto questo emergere mediatico, riprendersi la strada (dove per strada s'intende l'insieme dei vari luoghi che la comunità vive liberamente e gratuitamente, dai parchetti alle piazze, dai marciapiedi ai patronati). Provo a spiegare perché.
L'Hip Hop è una cultura che riguarda il mondo giovanile, ovvero è nata dai giovani (giovanissimi direi) per i giovani, ma le vibrazioni positive di una jam all'aperto arrivano a chiunque! Il ragazzetto che passa in bicicletta ne trarrà giovamento quanto mia mamma o quanto la coppietta di vecchietti che passeggia laggiù. Credo che molti di noi si siano avvicinati a questo mondo meraviglioso dopo aver visto "i più grandi" fare qualcosa di diverso dallo stare al bar.
I patronati in questo senso hanno una grande importanza in quanto luoghi cerniera tra la strada e la comunità. Spesso, soprattutto nelle città piccole come Bassano, rappresentano l'unico luogo di aggregazione giovanile libero e gratuito, in cui i ragazzi possano avere possibilità di incontro creativo senza disturbare nessuno. Purtroppo accade che anche questi spazi vengano tenuti chiusi o addirittura venga impedito di mettere la musica o di dipingere i muri (per i motivi che sappiamo e che sempre ci associano al vandalismo - devo dire più in potenza che in atto). Ci auguriamo che in futuro, attraverso i fatti, si possa dimostrare che un atteggiamento di apertura e fiducia verso il nostro mondo culturale è più produttivo rispetto al proibizionismo imperante.

Ringraziamenti
Vorrei ringraziare tutti coloro che hanno partecipato, venendo anche da altre città: i b.boys e le b.girls, i writers, i djs e gli mcs; in particolare ringrazio Mr Nilson, il quale sempre elargisce supporto tecnico e morale (e musicale!); b.boy Moro che è venuto col dito rotto; mio fratello Smogone; HC Rebel.
Inoltre Arba, Link e Anasse per aver collaborato all'organizzazione della jam: grazie ragazzi per la freschezza, l'energia e lo sbattimento; Cj e la sua splendida famiglia; infine Renzo Spezzati, il Color Café e tutto il Patronato della SS.ma Trinità per la disponibilità, per la fiducia e per la libertà che ogni volta ci danno!

Peace2all,
toujours positive ;)

Keibi

qualche foto



sabato 14 giugno 2014

La nostra esperienza in Uganda vista dall'Uganda



Dopo una lunga gestazione per varie attese vi proponiamo il punto di vista da parte dei ragazzi in Uganda, nell'attesa di farvi avere anche tutte le info sui risultati ottenuti con la raccolata fondi e non solo. Peace 2phe Crew


First and foremost i'm by the names Ssebaggala Alex Heskey CEO/Director Galaxy Dance Project Uganda (G.D.P.U),let me take this Opportunity and on behalf of Galaxy Dance Project Uganda members,kids and other people from different communities,we really take our thanks for our brothers Smogone, Alessandro, Vetus La Rock and the people who helped them to come and share their big experience of Hip Hop culture with our Organization and to the people here in Uganda through teaching Hip Hop knowledge, Dancing and doing a Graffiti workshop with the kids, members and the people from different communities here in Uganda.

In additional to that, it was really a great experience and a big inspiration for me and to the project i run, so much respect for all the (2HPE Members) because you were the first people outside Africa to come and share your experience, support, love and knowledge with us and this made me and other people to become strong, staying focused and thinking positively to the community and how live in their live.

Further more,the coming of 2HPE members made me to be known by very many breaking people in different breaking communities for example Mulago Dance Project and Breakdance Project Uganda and this also lead people to know our project G.D.P.U and what i realized is that since i joined the Hip Hop family i never found people like Andrea La Rock, Smogone and Alessandro there really great to hip hop family and they brought for us Hip Hop books and Graffiti Art Magazines for us to learn and share with others i need..books like the Gospel of Hip Hop, Foundation and Graffiti Kings..
Peace to you all

Alex Heskey


TRUE SPIRIT

Despite of the fact that we came from different Nations, Races, Tribes and Cultures, we were all united by one intelligent language that has no boundaries, no limitation to reveal its true identity in full Unity, Love and Peace, therefore the oneness of true spirit of the individuals who come to our project to teach, support and share the experience with us shall always be remembered and greatly honored. Through different edutainment workshops that they conducted taught us more about the culture that we didn't know not forgetting the cyphers and the battles which basically united us as on big family. A family that wasn't judged by race, religion, skine tone or sex or reputation. A family that brought happiness, joy snd blessings, our brothers who kept on encouraging us to keep and maintain our true spirit, to always teach and except to be taught, a family where everyone was a teacher and the sametime a student.
I remember we had no music so we decided to clap our hands and create a beat for the bboy for the cyhper to (flow) groove on our old perparline that couldn't accommodation of all us t the sametime so went in bits (at times we got so em) even through the conditions under which we trained from were harsh and unpleasant, the hot sun, the dust and stony grounds, it didtn't stop you from coming back to our project. if only you stayed a little bit longer this would have given us opportunity to learn more from you and may be could also teach you more about our beautiful Ugandan culture, but we pray and hope that one day you will come back and see the seeds that you sowed how tremendously they have grown.
Hip Hop has greatly empowered us with knowledge, wisdom and skills that has helped us over come various problems that affect us and our communities for example: Drugs abuse, Child abuse , Domestic Violence illiteracy poverty and HIV/AIDS ect our project is particular has been able to unite different people (youths) from different communities that affected by the above mentioned problems we engage ourselves and other people indifferent sacred elements of Hip Hop,and this has help and support us take action and a stand to fight against these problems through total positiveness towards building and promoting the culture.
In addition to that Hip Hop has given a neutral platform to express our feelings, emotions and consciousness and we greatly believe that it will help us and our communities to transform into social responsible people and leaders. Therefor we acknowledge the power of promote Love Freedom, Respect, Unity, Peace,Work, Fun among the rest ourselves, our communities, our Nation and the world at large and we greatly honour our brothers from 2phe (Italy) for the great work, support, love and unity that they showed and did at our project. Peace and much blessings.

Orenia 




sabato 24 maggio 2014

Domenica 25 maggio HipHop Appreciation Jam!




In occasione dell'Hip Hop Appreciation Week, 2phe crew organizza Hip Hop Appreciation Jam! B.Boys, B.Girls, Mc's, Djs e Writers (nonchè tutti coloro che abbiano voglia di passare un pomeriggio e una serata pieni di musica e vibrazioni positive) sono chiamati a partecipare!
Si tratterà di una Jam spontanea con i quattro elementi che si intersecheranno: l'obiettivo è quello di mostrare la vera scena Hip Hop, lontana dalle immagini dei media e dagli eventi convenzionali. Il tema di quest'anno è l'UNITà: del vecchio con il nuovo, delle discipline, delle HipHop heads con la comunità.

Ai piatti: H.C. Rebel
Selecta per b.boys e b.girls: Mr. Nilson

Open cypher per b.boys e b.girls

Ai microfoni Azot One, MIstura Mortale, BHH + Open mic

2PHE crew, WOTS crew, Hogar dell'Hip Hop.

La jam si svolgerà all'aperto. In caso di maltempo, si terrà comunque presso il Ridotto Remondini.


Evento facebook:
https://www.facebook.com/events/459700260833064/?fref=ts 


Qui la traduzione della dichiarazione ufficiale di questa'anno da parte del The Temple of Hip Hop
 
Annuncio Pubblico: In conformità con la Dichiarazione di Pace dell' Hip Hop; "Ogni terza settimana di Maggio è la settimana "dell'apprezzamento dell'Hip Hop". Durante questa settimana gli Hiphoppas sono incoraggiati ad onorare i propri predecessori, riflettere sui loro contributi culturali e ad apprezzare gli elementi e i principi della Kultura Hip Hop."  Inoltre, uno degli obiettivi della HHAW (Hip Hop Appreciation Week)  è di decriminalizzare le immagini della cultura Hip Hop  che vengono presentate al mondo dai media. Durante l'HHAW, gli Hiphoppas sono incoraggiati ad amplificare il buon lavoro che stiamo già facendo nelle nostre comunità attraverso la Kultura Hip Hop.

Quest'anno the Temple of Hip Hop, Universal Zulu Nation, International Hip Hop Council e gli Hiphoppas di tutto il mondo celebreranno la diciasettesima  Hip Hop Appreciation Week (HHAW) da Maggio 18 al 24, 2014! Il tema di quest'anno è l'UNITA'!  Adesso più che mai è il momento di mettere da parte eventuali controversie individuali e o di gruppo o tra organizzazioni  per impegnarsi a trovare l'UNITA' nella Kultura Hip Hop, per le nostre famiglie, la nostra leadership, le nostre organizzazioni e le nostre comunità! Ci sono molte sfide da affrontare all'interno della Kultura Hip Hop e  dobbiamo lavorare in modo efficace  e portarle avanti, abbiamo bisogno di UNITA' nelle nostre convinzioni, con le nostre persone e con le nostre risorse a livello locale, nazionale e internazionale.

 Ecco alcuni suggerimenti coi quali gli Hiphoppas possono dimostrare UNITA' durante l'HHAW:
  1. Sono incoraggiati ad unirsi con i pionieri  che hanno creato le fondamenta della Kultura, a livello locale, nazionale e internazionale.
  2. Sono incoraggiati ad unirsi con altri individui e organizzazioni che stanno lavorando al miglioramento della vostra comunità.
  3. Sono incoraggiati ad unirsi con le organizzazioni locali e condividere i talenti, creando workshop e facendo da mentori ai più giovani, ecc.
  4. Sono incoraggiati  a creare connessioni, costruire alleanze coalizzazioni e partnership che siano mutalmente benefiche.
  5. Sono incoraggiati ad unirsi con altri praticanti  per collaborazioni creative usando i vari elementi della Kultura Hip Hop.
  6. Sono incoraggiati a ad unire e a contattare media locali, nazionali e internazionali con l'idea di aiutare a decriminalizzare l'immagine dell'Hip Hop.
  7. Sono incoraggiati a unirsi fra di loro per imparare, insegnare e promuovere i principi della Dichiarazione di Pace dell'HipHop.
Gli Hiphoppas manifesteranno UNITA' durante HHAW, e questo consentirà anno dopo anno la nostra crescita all'interno di una comunità globale capace di offrire un mondo migliore ai nostri posteri! Noi preghiamo che ognuno di voi abbia una Pacifica, Positiva e produttiva HHAW 2014, keep SHININ', Word! Se avete domande o bisogno di assistenza per un evento riguardante l'Hip Hop Appreciation Week nella vostra area Contattateci!.


[Traduzione: Ahki Smogone]


Fonte:
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10152216561254485&set=a.10150201770869485.329292.614854484&type=1&theater

sabato 22 marzo 2014

Boucing Cats Film Completo | Uganda tutto partì da una traduzione



Il viaggio in uganda che affrontammo io, Oist Mc e Vetus La Rock in Uganda, ormai qualche anno fa, con l'intento di scoprire e vedere cosa fosse realmente l'Hip Hop e che in realtà oltre al nostro modo di vivere l'Hip Hop ci ha cambiato la vita partì da una traduzione. La traduzione riguardava il flyer del progetto Breakdance Project Uganda e la diffusione del documentario Bouncing Cats.
Da qui poi conoscemmo Alex Heskey Fondatore di un altro progetto che si chiama Galaxy Dance Project Uganda situato a Kewempe in Uganda e ci portò ad aeffettuare il viaggio e tante altre esperienze. Ma tutta la nostra esperienza la potete leggere in manier più dettagliata in questo articolo: LA NOSTRA ESPERIENZA IN UGANDA PER IL GALAXY DANCE PROJECT UGANDA
Questa era una piccola introduzione per farvi sapere che finalmente è visibile per intero tutto il film Boucing Cats, che siamo felici di proporvi qui sotto. Peace Smogone





sabato 8 febbraio 2014

Laboratori Hip Hop su tutte le discipline in collaborazione con l'associazione di volontariato Korakanè



Questo progetto propostoci dall'associazione di volontariato Korakanè parte domenica 9 febbraio e prosegue ogni domenica  fino a domenica 13 aprile è aperto a tutti, estranei e non alla cultura, non è un insegnamento ma una condivisione, sarà un crescere insieme, each one teach one.

I laboratori si terranno a Rossano Veneto presso Villa Aldina.

Qui la sintesi molto stretta di quello che affronteremo nei laboratori.

La Cultura HipHop nasce in U.S.A. esattamente nel Bronx nei primi anni 70. Durante il laboratorio verranno raccontate la storia e la filosofia di questa cultura che è composta da 9 elementi di cui 5 sono i principali

DJING o Turntablism, ovvero quello che noi conosciamo come DJ, nella Cultura HipHop parte come normale Dj con il mixaggio di dischi per far ballare i ragazzi alle feste per evolversi con lo Scratch e il Turntablism fino a diventare vero strumento compositore di musica.

MCING o Rapping: normalmente conosciuto con il nome sbagliato di Hip-Hop o semplicemente come rap. L'MC ovvero il Master of Cerimony nasce per intrattenere le persone alle feste e si evolve fino a diventare l'autore del genere musicale che conosciamo oggi, il rap.

B-Boying/B-Girling: danza formata da più stili (Rocking, TopRocking, Footworks, Moves ecc.) è conosciuta con il nome errato di BreakDance.

Writing: Conosciuta con il nome errato di Graffiti.

Knowledge: Ovvero la Conoscenza, l'elemento che unisce tutti gli altri perchè al contrario di quello che viene fatto capire dai maggiori media, l'HipHop ha profonde radici culturali e porta un messaggio positivo e di crescita che si manifestano attraverso l'espressione dei suoi elementi. Infatti il motto che può dichiararsi ufficiale di questa cultura è "Peace, Love, Unity and Having Fun", tradotto in italiano Pace, Amore, Unità e Divertimento.


Il tutto si concluderà con una jam con tutti gli elementi e tutte le famiglie con data e luogo da decidere.

Il Corso è GRATUITO previo tesseramento Associazione Korakanè.

Qui di seguito le varie date, controllate spesso perchè ci saranno anche altri ospiti che aggiungeremo man mano quando definiremo meglio le date.

9 febbraio prima data laboratori con Ass. Volontariato Korakanè dalle 15 alle 17
(con Smogone e Tape: storia, filosofia, Writing, Mcing, B.Boying)